Newsletter FotoUp
P H O T O * M O V E M E N T   

Intervista

Intervista a Isabella Balena

[page 2 of 3]

 

Essere una donna e fotografare nelle zone di conflitto come Iraq, Somalia, Kenya, ex Yugoslavia, Messico, Albania e India, cosa comporta? Quali sono i vantaggi e quali le difficoltà?
Per me comporta solo vantaggi (ride).

 

Isabella Balena (Milano 1994)

Isabella Balena | Milano 1994


Questa è una bella notizia, finalmente...
Io dico che le difficoltà sono le stesse: bisogna sapersi muovere, avere un’attrezzatura adeguata al posto in cui ti trovi. Però ho notato che da donna, in un mondo maschile, tante volte si è avvantaggiate. Perché noi siamo viste come meno aggressive, quindi riusciamo ad entrare in situazioni in cui un collega maschio fa più fatica ad entrare. Il contatto con il mondo femminile inoltre è molto più diretto. Ad ogni modo, questi posti sono pieni di fotoreporter donne. Poche italiane.
Svantaggi davvero pochi. Forse solo pratici, perché essendo più fragili degli uomini la nostra borsa è più leggera, ci portiamo dietro meno attrezzatura.
Questo comunque sul piano professionale, perché se parliamo di scelte di vita… è un altro discorso, molto più complesso e lungo.


Ho letto qualcosa che hai scritto e mi sono imbattuta nella “fotografia in 10 parole”. Una delle parole che più mi ha colpito, forse perché ci sono un po’ affezionata, è “curiosità”. Tu dici “Se non fossi curiosa non potrei nemmeno fotografare…”
La curiosità è quella che ti porta a fare questo lavoro. Se non sei curiosa è impossibile, secondo me, avere un’attenzione per quello che hai intorno e di conseguenza fotografarlo. La curiosità che ti muove, che ti dice vai a vedere cosa succede. O quella che ti porta a fare attenzione anche in casa, anche al vicino di casa. Questa è la curiosità verso il mondo, verso la vita. E’ dire oggi c’è il sole, esco. 

 

Isabella Balena (Bosnia 1996)

Isabella Balena | Bosnia 1996


E quando scatti tante foto, non cala mai la curiosità. O resta sempre lì, sempre viva? 
Qualche volta si perde. Ma infatti non si fotografa sempre, non sempre le cose vengono bene. Dipende molto da quello che trovi, magari trovi che non ci sia niente da fotografare o non riesci a fotografare semplicemente perché non cogli delle cose. Perché poi questo dipende molto anche dalla tua esperienza, dalla tua cultura, da quello che cerchi e da quello che hai in testa. E’ anche giusto che sia così.

 



Tutte le interviste     
Condividi l'articolo sul tuo Social Network



Le Interviste di FotoUp

FotoUp | Witness Journal Alessandro Cancian
FotoUp | Witness Journal Giuliano Borghesan
FotoUp | Witness Journal Intervista ad Andrea Alessio
FotoUp | Witness Journal Galimberti: scatti sussurrati
FotoUp | Witness Journal Un fotografo anarchico
FotoUp | Witness Journal Paesaggio Italia
FotoUp | Witness Journal Alessandro Albert, oltre il posato
FotoUp | Witness Journal Stefano Nobile, fotografo
FotoUp | Witness Journal Intervista a Adam Pretty Sports WPP 2012
FotoUp | Witness Journal Intervista a Davide Monteleone
FotoUp | Witness Journal Intervista a Alfredo Bini
FotoUp | Witness Journal L'Italia di Giovanni Marrozzini
FotoUp | Witness Journal Intervista a Riccardo Venturi
FotoUp | Witness Journal Ernesto Bazan presenta Al Campo
FotoUp | Witness Journal Stefano Dal Pozzolo, il fotografo vaticanista
FotoUp | Witness Journal Filippo Romano, il fotografo delle città
FotoUp | Witness Journal Maurizio Rebuzzini
FotoUp | Witness Journal Loris Savino
FotoUp | Witness Journal Augusto De Luca
FotoUp | Witness Journal Nuove frontiere del Fotogiornalismo - Denis Curti
FotoUp | Witness Journal Antonio Zambardino, essere giovane fotografo oggi
FotoUp | Witness Journal Intervista ad Alberto Giuliani
FotoUp | Witness Journal Intervista a Francesco Giusti
FotoUp | Witness Journal Intervista a Mario Spada
FotoUp | Witness Journal Intervista a Massimo Di Nonno
FotoUp | Witness Journal Kash, tre anni dopo il rapimento
FotoUp | Witness Journal Antonio Politano, reporter turista viaggiatore
FotoUp | Witness Journal Intervista a Giulio Di Meo
FotoUp | Witness Journal Intervista a Isabella Balena
FotoUp | Witness Journal Ernesto Bazan, il fotografo poeta


Canon G1X

Cerca in FotoUp



Le altre Interviste

FotoUp | Witness Journal Un fotografo anarchico
FotoUp | Witness Journal Stefano Dal Pozzolo, il fotografo vaticanista
FotoUp | Witness Journal Kash, tre anni dopo il rapimento
FotoUp | Witness Journal Ernesto Bazan, il fotografo poeta
FotoUp | Witness Journal Intervista a Andrzej Dragan
FotoUp | Witness Journal In nome di Tina
FotoUp | Witness Journal Ernesto Bazan presenta Al Campo
FotoUp | Witness Journal Galimberti: scatti sussurrati
FotoUp | Witness Journal Intervista a Davide Monteleone
FotoUp | Witness Journal L'Italia di Giovanni Marrozzini



Photogallery

FotoUp | Witness Journal Sulle tracce della memoria
FotoUp | Witness Journal Su e giù da un palco
FotoUp | Witness Journal Epoché
FotoUp | Witness Journal Olivia's roots
FotoUp | Witness Journal Superbike show
FotoUp | Witness Journal Sodò
FotoUp | Witness Journal American history
FotoUp | Witness Journal SWPA 2013, i vincitori
FotoUp | Witness Journal Progetto Jazz
FotoUp | Witness Journal Pig Iron

Scatti d'Autore

FotoUp | Witness Journal Jonas Bendiksen
FotoUp | Witness Journal Yonathan Weitzman
FotoUp | Witness Journal Steve McCurry
FotoUp | Witness Journal Tim Dirven
FotoUp | Witness Journal Alvaro Leiva
FotoUp | Witness Journal Mario Spada
FotoUp | Witness Journal Ira Block
FotoUp | Witness Journal Moises Saman
FotoUp | Witness Journal Andrea Pistolesi
FotoUp | Witness Journal Ashley Gilbertson

Agenda

FotoUp | Witness Journal TerraProject + Wu Ming 2 = 4
FotoUp | Witness Journal Verso Ovest
FotoUp | Witness Journal Doisneau – Paris en Liberté
FotoUp | Witness Journal Arte Laguna 12.13
FotoUp | Witness Journal Mario Giacomelli
FotoUp | Witness Journal Holzwege
FotoUp | Witness Journal MyShot
FotoUp | Witness Journal Mare Nostrum
FotoUp | Witness Journal Musei, bambole e altre storie
FotoUp | Witness Journal Hasselblad's Mermaids - Workshop 2012