Newsletter FotoUp
P H O T O * M O V E M E N T   

Photogallery

Caccia Grossa in Sardegna

[page 1 of 1]

La stagione di caccia che sta per chiudersi, è stata la peggiore stagione degli ultimi anni, ma non per il numero di cinghiali catturati, è stata la peggiore per l’alto numero di cacciatori deceduti in incidenti durante le battute.
di Antonello Pirodda


Alcuni sostengono che la Caccia è cambiata, che non è più come una volta. Domenica 24 gennaio, ore 6.30 del mattino, il cielo fuori dalla finestra promette sole, controllo la mia Leica e la borsa, esco per il ritrovo con la squadra di Caccia. Arrivo puntuale, saluto tutti e prendiamo un caffè, niente alcool, ci sono alcuni ragazzi di 12 o 13 anni, il gruppo è eterogeneo.

Tutti parlano e raccontano, le differenze d’età non sembrano un problema. Breve riunione del Capo Battuta e si parte. Arriviamo alla zona dove si svolgerà la battuta, sono circa le 8 di mattina. Si scaricano i cani, sono loro le vere star della battuta, sono coccolati e amati in maniera incredibile, sono eterogenei anche loro, di razza, bastardini, grandi, piccoli, bianchi, neri, Piccuccheddu, Laica, Criminali, Pariseddu, Birba e altri.

I Cacciatori si inoltrano nella selva per occupare i posti assegnati dal Capo Battuta, scarichi i fucili, si accendono i fuochi dei battitori, il fumo inizia a levarsi nell’aria, si vedono i fuochi, iniziano le voci, il latrare dei cani, le urla selvagge dei battitori rompono la quiete della natura, e il volo degli uccelli terrorizzati è il segnale che si parte.

 

 

 

 

 

 Guarda la Photogallery

 


Il cinghiale si sente braccato, come impazzito corre in cerca di una via di fuga...secondi minuti ore.….gli spari, sono passate 8 ore, infine l'ordine del capo caccia...e la natura si rilassa e si riacquieta ... ridiventa silenziosa e cama... le urla ridiventano voci e solo i cani pieni ancora di adrenalina non sembrano accorgersi che la battuta è terminata!


Piano piano i cacciatori abbandonano le poste,chi è stato abile e fortunato porta con se un cinghiale,chi per sfortuna non ha catturato nulla richiama a se il proprio cane e torna al posto di ritrovo convenuto,si fa la conta delle prede abbattute e si va verso la casa che è sede della Squadra, si macellano le prede e vengono preparate le “parti”, ognuno ha la sua…anche io che ho solo fatto da spettatore… si prepara il mangiare e si inizia la festa,  fatta di battute,risate, considerazioni e naturalmente un buon bicchiere di vino.

I più giovani ascoltano i racconti e partecipano alle discussioni come veri “ometti”. Rientro alla 11 a casa, ascolto la radio e oggi in Sardegna tutto è andato bene.
 





Tutte le Photogallery     
Condividi l'articolo sul tuo Social Network


Clicca sulla mappa per selezionare un'area geografica


Photogallery correlate:

Iran, non solo politica

 di Vanni Pandolfi
IranCon questo reportage non voglio assolutamente neppure sfiorare il tema della situazione politica del Paese. Tutti noi la conosciamo bene e purtroppo soltanto per quella il paese è considerato al di fuori dei propri confini



MAXXI

di Massimo Valicchia
MAXXI_MValicchiaIl MAXXI è il primo museo nazionale dedicato alla creatività contemporanea nel campo delle arti e dellʼarchitettura. Il museo sorge allʼinterno del quartiere Flaminio, nellʼarea dellʼex caserma Montello, in uno spazio di 27mila mq circa



Pillow Fight

di Federico Ciamei
Pillow fightTrastevere, Roma, sabato pomeriggio. Centinaia di persone si incontrano in una piazza e se le danno di santa ragione. A cuscinate




I Bambini Stregoni Di Kinshasa

di Luca Pistone
Bambini_Stregoni_PistoneQuello dei bambini stregoni è un morbo che da anni opprime Kinshasa, la caotica capitale della Repubblica Democratica del Congo. L’artefice? Non uno, ma molti. Sono infatti le varie sette pentecostali, qui carismatiche e persuasive come nessun’altra istituzione religiosa



Vamos bien!

di Marco Bottelli
 Colonia Villa Exaltacion/Illampu, Yungas boliviane: dove il caldo dell’amazzonia e il gelo delle Ande si fondono in un ecosistema unico al mondo. Foresta tropicale e montagna






Milano a piedi

Cerca in FotoUp


Photogallery correlate:




Interviste

FotoUp | Witness Journal Loris Savino
FotoUp | Witness Journal Stefano Dal Pozzolo, il fotografo vaticanista
FotoUp | Witness Journal Intervista ad Alberto Giuliani
FotoUp | Witness Journal Intervista a Mario Spada
FotoUp | Witness Journal Fotoreporter
FotoUp | Witness Journal Antonio Zambardino, essere giovane fotografo oggi
FotoUp | Witness Journal Intervista a Alfredo Bini
FotoUp | Witness Journal L'Italia di Giovanni Marrozzini
FotoUp | Witness Journal Il fotografo delle Polaroid
FotoUp | Witness Journal Intervista a Denis Curti



Scatti d'Autore

FotoUp | Witness Journal Stephen Alvarez
FotoUp | Witness Journal Giulio Di Meo
FotoUp | Witness Journal Eric Miller
FotoUp | Witness Journal Rafiq Maqbool
FotoUp | Witness Journal Francois Le Diascorn
FotoUp | Witness Journal Jenny Matthews
FotoUp | Witness Journal Marcus Bleasdale
FotoUp | Witness Journal Stephan Elleringmann
FotoUp | Witness Journal Evan Abramson
FotoUp | Witness Journal Randy Olson

Agenda

FotoUp | Witness Journal TerraProject + Wu Ming 2 = 4
FotoUp | Witness Journal Verso Ovest
FotoUp | Witness Journal Doisneau – Paris en Liberté
FotoUp | Witness Journal Arte Laguna 12.13
FotoUp | Witness Journal Mario Giacomelli
FotoUp | Witness Journal Holzwege
FotoUp | Witness Journal MyShot
FotoUp | Witness Journal Mare Nostrum
FotoUp | Witness Journal Musei, bambole e altre storie
FotoUp | Witness Journal Hasselblad's Mermaids - Workshop 2012